Sapevate che non tutti i tipi di miele sono uguali?



Prima di cominciare ad utilizzare lo zucchero, il miele era il modo principale per addolcire. Negli ultimi dieci anni, sono molte le persone che sono tornate ad utilizzare il miele, spinte dal desiderio di utilizzare qualcosa di più naturale, infatti il miele apporta un sacco di benefici per la salute, perché ricco di proprietà benefiche.

Usi del miele

Tra i principali utilizzi del miele c’è sicuramente quello culinario. Essendo un alimento molto versatile sono differenti i modi di poter impiegare questo elemento in cucina, tra i principali vediamo:

  • Può essere usato come dolcificante;
  • Può essere impiegato come conservante;
  • Si può utilizzare per le marmellate;
  • Può essere uno degli ingredienti per la preparazione del torrone;
  • Si presta perfettamente per dolcificare bevande;
  • È ottimo anche per addolcire il gelato;
  • Può essere impiegato indistintamente per la conservazione di carne, frutta e noci;
  • Ma è fortemente ancorato a molte delle più conosciute ricette di pasticceria.

Tipi di miele

Contrariamente a quanto si possa pensare esistono diverse tipologie di miele, distinte tra loro per gusto, colore e odore. Queste proprietà organolettiche del miele vengono influenzate dal tipo di nettare utilizzato, in base alla varietà di fiori presenti nella zona di produzione, cioè dove si trovano le api.

Sulla base di quanto appena detto, i diversi tipi di miele possono essere classificati come:

  • Il miele millefiori: questo tipo di miele è il più comune, viene prodotto con  il polline di molti tipi di fiori differenti;
  • Il miele monoflorale: questo tipo di miele viene prodotto con il polline di un singolo tipo di fiore, o almeno in una percentuale molto alta. All’interno di questo gruppo possiamo annoverare tra gli altri anche il miele di eucalipto, il miele di acacia, il miele alla nocciola, il miele di zagara e il miele di rosmarino. Chi crede che il miele abbia delle proprietà benefiche per la salute, ci assicura che ciascuno di questi tipi di miele possa essere usato per combattere alcune patologie;
  • Miele di bosco: anche detto miele di melata viene prodotto con la secrezioni di piante di una zona boschiva. In base alla zona di produzione si può distinguere anche in miele di pino, miele di abete o altre piante dominanti;

Entrare nei dettagli sulle caratteristiche di sapore, colore e odore di ciascuno tipo di miele, indicando i differenti effetti benefici sulla salute, potrebbe risultare un argomento troppo vasto da affrontare in un solo articolo. Un buon imprenditore però deve conoscere almeno le nozioni di base, almeno le qualità generali del miele, sia che si tratti di un produttore (come ad esempio un panificatore o un ristoratore); come anche se si tratta di un rivenditore, come nel caso di un negozio di specialità alimentari.

Proprietà del miele

Miele con Yogurt

Come già detto il miele usato in cucina apporta numerosi benefici e contributi, come ad esempio quello di dolcificante, infatti, addolcisce ancor più che lo stesso zucchero, ma si inserisce tranquillamente tra i conservanti, infatti può essere utilizzato per conservare addirittura le carni, oltre che frutta e noci.

Ovviamente, il miele ha altre caratteristiche, in base alle quali può essere usato anche in altre circostanza, nel dettaglio:

  • Ha una funzione detta igroscopica, cioè attira l’umidità, quindi se utilizzati nella preparazione di prodotti da forno ne rallenta l’essiccazione permettendo una cottura più lenta ed uniforme.
  • Esalta il sapore dei cibi, quindi è ampiamente usato insieme a formaggi, yogurt, succhi di frutta ed altro.
  • Può essere utilizzato per schiarire bevande come succhi di frutta e vini.
  • Il miele può essere l’ingrediente chiave per rendere la carne più tenera, specialmente quando si desidera preparare un arrosto.
  • Come lo zucchero, può essere usato per neutralizzare l’acidità nelle salse di pomodoro.
  • Inoltre, per coloro che amano sperimentare piatti internazionali, il miele è ampiamente usato in cucina asiatica o quella tedesca.

Promuovere la vendita di miele

Il primo e più efficace modo per promuovere il miele è quello di offrire un prodotto di qualità, quindi è essenziale sapere scegliere dei buoni fornitori di miele.

Se si dispone di un’attività in cui si vende il miele, si può disporre di due meccanismi principali per promuovere la loro vendita:

  • Conoscere il prodotto: è importante conoscere le caratteristiche e le proprietà dei tipi di miele si vendono, solo in questo modo si può trasmettere questa conoscenza ai propri clienti e consigliarli nel migliore dei modi. Ad esempio, se si vende miele al rosmarino si può consigliare per i suoi benefici vascolari e motivare un cliente interessato a queste proprietà benefiche.
  • Testare il prodotto: molte volte, i clienti non compra certo prodotto per diffidenza, perché non conoscono il suo gusto o non sanno come usarlo. Insegnate ai vostri clienti come utilizzare i prodotti che proponete offrendo degustazioni, ad esempio, di formaggi con miele, o qualche tipo di dolce, che include il tipo di miele che vendete come ingrediente.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Al publicar aceptas expresamente las Reglas de uso y la política de Protección de datos.