Dello speziale alle sale da tè.



Sono sempre più comuni all’interno delle nostre pietanze, simbolo di piatti esotici dal sapore particolare, le spezie, come le erbe, vengono utilizzate oggi nelle nostre cucine con sempre più frequenza. Portando con se moltissime proprietà, possono alleggerire i piatti dal temutissimo sale, conferendo alle pietanze aromi che stravolgono i sensi.

Per questi motivi, se avete un attività di ristorazione o un negozio di prodotti alimentari, erbe e spezie possono rappresentare un’opportunità in più.

Cosa sono le erbe e le spezie?

Sia le erbe che le spezie sono sostanze aromatiche che hanno origine prevalentemente vegetale. Vengono comunemente impiegare in ambito culinario per dare corpo alle pietanze, esaltando i differenti sapori. Nel mondo ne esistono differenti varietà, ed in base alla collocazione geografica, è possibile considerare un utilizzo più o meno comune di un elemento o di un altro. Pertanto, abbiamo centinaia di differenti possibilità, per offrire ai nostri clienti qualcosa di nuovo aggiungendo giusto un pizzico di condimento.

In alcuni casi, aggiungere un erbetta particolare alla zuppa, o speziare un certo tipo di carne, può cambiare il sapore e l’aspetto di un certo piatto, in altri abbiamo bisogno di coinvolgere maggiormente i sensi con qualcosa di piccante, in questo caso intervengono il pepe, la paprika, diversi tipi di peperoncino, noce moscata, che hanno in comune il fatto di stimolare solo alcune zone del palato.

In Italia, abbiamo una notevole varietà di erbe e spezie. Le più utilizzate, ancora oggi dopo moltissimi secoli, sono: l’origano, il pepe, il timo, il rosmarino, il prezzemolo, il basilico, la noce moscata, i chiodi di garofano, l’alloro, il cumino, lo zafferano, l’erba cipollina, la cannella, il finocchietto e la salvia. A questo piccolo esempio di erbe e spezie, che sicuramente abbiamo tutti in casa, si aggiungono sempre nuovi elementi, provenienti da influenze di altre culture, in prevalenza provenienti dalla cucina indiana e da quella cinese che, anche grazie alla globalizzazione, sono sempre più presenti nelle nostre cucine.

In particolare, vengono, direttamente dalla cultura indiana, alcune misture di spezie chiamate masala, che vengono utilizzate per l’esaltazione di alcune pietanze. A livello industriale, ne esistono di differenti tipi, con percentuali diverse di: cannella, cumino, coriandolo, cardamomo pepe, chiodi di garofano e curcuma; in alcuni casi contengono solo peperoncini, aglio, zenzero, senape, sesamo e finocchietto. A livello casalingo invece ogni famiglia ha il suo segreto e le proprie ricette vengono tramandate di generazione in generazione.

Come si può beneficiare di erbe e spezie?

Erbe e Spezie

I benefici apportati dall’uso di erbe e spezie in cucina sono molteplici, per questo motivo è possibile proporle sia per la vendita al dettaglio, nel caso in cui si disponga di un negozio di alimentari, ma anche di un negozio on-line; sia inserendole indirettamente nel proprio menù, utilizzandole per alcuni piatti nella vostra cucina, nel caso disponiate di un ristorante, un bistró o un qualunque altro posto dove si propongono pietanze di un certo tipo.

Altri ambiti di impiego sono le erboristerie, soprattutto per le numerose proprietà benefiche di alcune spezie che, utilizzate in infusioni, possono favorire la digestione, alleviare le tensioni o favorire la decongestione nasale in caso di raffreddamenti. Per questo motivo è possibile considerare la loro presenza anche in negozi per la vendita di tè ed infusi e proporle in sale da te.

Un ulteriori spunto di riflessione lo possiamo ricevere dal loro modo di presentarsi: così colorato ed aromatico. Solo con la loro presenza, in ciuffi o sacchetti assortiti, è possibile creare allestimenti offrendo una scenografia bucolica agli altri prodotti che proponete. In questo senso è possibile considerare la loro presenza anche in negozi alimentari dove si vendono prodotti sfusi o nei negozi ortofrutticoli.

Altri fattori da considerare

Per poter utilizzare al meglio questi elementi, può essere utile reperire ulteriori informazioni sulle diverse erbe e spezie. Non solo il loro nome, dunque, ma anche le loro proprietà e i modi più corretti per l’utilizzo alimentare: che genere di alimento esalta, in che modo, che benefici alternativi possono dare, in caso di assenza con cosa può essere sostituita e moltissimo alto. Questo soprattutto se non si ha una cultura come erborista, che per antonomasia dovrebbe conoscere ogni aspetto e beneficio di questi elementi, almeno dal punto di vista fitoterapico.

Proporre piccole degustazioni di piatti particolari, preparati con l’uso di spezie inusuali, può essere un aspetto interessante e vi aiuterà a tastare il terreno per le vostre sperimentazioni.

Proporre ricette, soprattutto se disponete di uno spazio on line, può essere uno strumento interessante per la vendita di prodotti insoliti; come in alcuni casi lo può rappresentare una vendita promozionale, in questo modo anche i più abitudinari proveranno ad osare un po’ nella loro cucina.

Altro aspetto fondamentale per la vendita, soprattutto dei prodotti sfusi, è la conservazione di questi alimenti, che se non vengono venduti in confezioni o essiccati possono essere soggetti ad un facile deperimento. In questo potete lasciarvi consigliare da i migliori fornitori di erbe e spezie, specializzati nella vendita dei prodotti privi di imballaggi. Ma per grandi linee è importante cercare di non tenerli in luoghi troppo caldi ed umidi e, se possibile destinare loro un posto al chiuso ed al buio.